L’Accademia di Belle Arti di Ravenna, in collaborazione con Osservatorio Fotografico
propone un workshop di fotografia tenuto da Guido Guidi con la collaborazione di Cesare Fabbri

Accademia RA, 20_01_98


Il corso intende introdurre a una lettura della complessità del reale attraverso la pratica di una fotografia che metta a fuoco “quei concetti di discontinuità e frammentazione che caratterizzano il territorio contemporaneo, non più percepibile come omogeneo” (Paolo Costantini).

La proposta è muoversi lungo una linea incerta che ci ponga continuamente ai limiti del linguaggio, oltre le nostre rappresentazioni consolidate e rassicuranti, col solo appiglio metodico di descrivere l’apparenza delle cose, di esplorare le qualità del reale, di dare immagini ai paesaggi attraverso una perplessità sistematica, “ancora certa della necessità di guardare, ma sempre più inquieta circa l’oggetto osservato” (Paolo Costantini).

Tra il fotografo e l’oggetto fotografato sarà cercata una “giusta distanza” (Jean Luc Godard) fisica, emozionale e intellettuale, che tenda a non esprimere giudizi a priori: tutto fa parte del reale, compito del fotografo è quello di assumerlo in quanto frammento di una trasformazione in atto o di pensiero “che si fa” (Michelangelo Antonioni).

Il corso è legato allo sviluppo del progetto AdriatiCoastoCoast, curato da Stefania Rössl e Massimo Sordi e finalizzato all’osservazione e all’indagine del territorio costiero, attraverso la realizzazione di analisi preliminari, ricerche d’archivio, campagne fotografiche condotte da fotografi internazionali e giovani fotografi italiani e workshop aperti a studenti e ad aspiranti fotografi che si svolgeranno nel corso dei prossimi anni.

La costa adriatica è un luogo dove stratificazione di segni e transitorietà si sommano e si moltiplicano. “Obiettivo del progetto AdriatiCoastoCoast è favorire la conoscenza, il confronto e lo scambio tra le realtà adriatiche della costa orientale e occidentale: due sistemi lineari che manifestano, attraverso le proprie peculiarità, la pluralità di un’identità litoranea costiera ricontrattata nel corso dei secoli. […] La fotografia costituisce un mezzo unico per l’osservazione, la selezione, la lettura del territorio; un dispositivo attraverso il quale si producono immagini utili per comunicare il nostro presente ma anche per disegnare la trama della nostra memoria collettiva” (S. Rössl).

Durante una parte delle ore di lezione i docenti accompagneranno gli studenti lungo itinerari pertinenti al tema individuato, con l’obiettivo di svolgere un’indagine conoscitiva attraverso osservazioni ‘sul campo’. Ognuno dei partecipanti proseguirà il proprio lavoro individuando un itinerario da percorrere, che può essere sia tematico che geografico.
Le rimanenti ore di lezione saranno dedicate alla revisione collettiva dei lavori e alla presentazione di autori e testi visivi che possano essere punti di riferimento teorici e/o visivi rispetto al lavoro svolto ‘sul campo’.

 


CALENDARIO

giovedì 5 giugno ore 10 / 18
venerdì 6 giugno ore 10 / 18

giovedì 19 giugno ore 10 / 18
venerdì 20 giugno ore 10 / 18

giovedì 26 giugno ore 10 / 18
venerdì 27 giugno ore 10 / 18

giovedì 16 ottobre ore 10 / 14 lezione visita al MAR per la mostra di Guido Guidi, VERAMENTE
venerdì 17 ottobre 10 / 18 revisione finale dei lavori

Il calendario potrebbe subire alcune variazioni che saranno tempestivamente comunicate ai partecipanti.


COSTO:
215 euro

INFO E ISCRIZIONI:
Accademia di Belle Arti di Ravenna
via delle Industrie, 76
48122 Ravenna
tel. +39 – 0544.453125 o 455784
fax. +39 – 0544.451104
e-mail: accademia@comune.ra.it
www.accademiabellearti.ra.it



Osservatorio Fotografico
via Francesco Negri 35
48121 Ravenna

www.osservatoriofotografico.it
twitter: @OsservatorioF

Advertisements